Martedì, 11 Aprile 2017 00:00

La Fraternità Dottrinaria della Parola

Vota questo articolo
(1 Vota)

La Fraternità Dottrinaria della Parola della Congregazione dei Padri della Dottrina Cristiana è un ‘movimento di santità’ di fedeli laici che, sull’esempio del Beato Padre Cesare de Bus, si sentono chiamati a fondare la loro via verso Dio sulla Parola di Dio accolta, pregata, contemplata, celebrata e testimoniata, in particolare ai piccoli e ai poveri.

Il suo Carisma e la sua esperienza di Santità e di Missione nella Chiesa, ci sollecitano a ‘vivere per’ e a divenire, in semplicità e silenzio, lievito-luce-sale là dove il Signore ci ha chiamato a vivere (famiglia-Chiesa locale- comunità civile).

Accogliamo come modelli ed ispiratori della Fraternità Antoinette Reveillade e Louis Guyot. Come loro, il nostro stile di vita sia fortemente marcato dalla Beatitudine della Misericordia, per essere testimoni credibili e strumenti docili della tenerezza dell’Amore del Padre.

I membri della Fraternità s’impegnano a pregare ogni giorno la Parola di Dio, vivono un ‘oratorio’ mensile in Fraternità, accolgono le iniziative offerte di formazione e di accompagnamento spirituale, si sentono partecipi della vita e della missione della Famiglia Religiosa fondata da Padre Cesare De Bus.

 

La nostra storia

“…sarà opportuno che ogni famiglia carismatica ricordi i suoi inizi e il suo sviluppo storico, per ringraziare Dio che ha offerto alla Chiesa così tanti doni…”. Raccontare la propria storia è indispensabile per tenere viva l’identità, così come per rinsaldare l’unità della famiglia e il senso di appartenenza dei suoi membri.”  Papa Francesco: ‘Lettera ai consacrati’ 21 novembre 2014


Alla luce di queste parole di Papa Francesco mi rivolgo a Te, fratello e sorella che leggi e che vuoi saperne di più della nostra ‘storia In Dio’ e ti chiedo di accoglierla in semplicità e silenzio perché, in ogni storia umana, per noi credenti, è Lui che opera, è lo Spirito che suscita, conduce, guida.

La ‘radice’ più profonda della piantina della Fraternità è senza dubbio interrata nella vita umana di santità e di missione di Padre Cesare. Lui,  dopo la sua conversione e formazione che lo porta a divenire sacerdote, dopo essere rimasto per qualche tempo in solitudine all’Eremo di St. Jacques, scende dalla Colline di Cavaillon per andare nei villaggi e nelle campagne a ‘spezzare il pane’ della Parola di Dio ai piccoli e ai poveri. Subito, attirati dal suo esempio e dalla sua ‘dottrina’ alcune ragazze e dei giovani iniziano con Lui a ‘fare oratorio’. Parola, preghiera, istruzione per ‘uscire verso’ la gente divenendo essi stessi ‘catechismo vivente’. (discorso di Fondazione

Nello scorrere dei secoli della lunga e travagliata vita della Congregazione laici e laiche hanno condiviso la spiritualità e la missione della Famiglia dei Padri sorti dal Carisma affidato a P. Cesare. Come non ricordare le Dame Dottrinarie…?

Nella stagione bella della riscoperta del Ministero Ecclesiale del Catechista, a Torino, nella Comunità di Chiesa di Gesù Nazareno, il Signore ha disposto di mettere il seme di quella che sarebbe poi divenuta la Fraternità Dottrinaria della Parola. Era l’anno 1982.

 

“ Questa chiamata/vocazione è per chi sente essere la sua parte accogliere, custodire la Parola in semplicità e silenzio, garantendo quindi l’ascolto nella Comunità di Chiesa affinché Essa porti frutto secondo il volere di Dio…”

“…  in ogni parrocchia, nel suo cuore e nel cuore delle Comunità dei Padri…  ci siano due, tre persone assetate di santità e di missione nella Parola e mediante la Parola secondo il Carisma del Beato Padre Cesare.”  (cft ‘Regola di Vita’ della Fraternità)

 

Il seme interrato è rimasto nascosto per tanti anni, sepolto nella preghiera, nell’offerta e nel desiderio di essere condiviso con altri ‘semplici cuori’ desiderosi di santità e di missione ‘sui passi del Beato Padre Cesare’.

Nel 1995 la Fraternità ha avuto il suo inizio nelle Comunità affidate ai Padri di Cavaillon (Francia) e Torino, seguita, nel 1996, dalla Fraternità di Ivrea (Torino) e, nel 1998 da quella di Roma (Parr. S. Andrea Apostolo) con l’adesione di alcune sorelle di Grosseto. A loro si è unita, nel 2013 la Fraternità di Pontecorvo (Fr) e di Ruziba (Burundi).

In obbedienza alla sua ispirazione originaria, la Fraternità ha mantenuto la caratteristica propria di ‘vocazione’, lasciando cioè al Signore il compito di ‘chiamare’. L’invito ‘vieni e vedi’, ‘a me fa del bene’, viene rivolto ‘da bouche à oreille’, in semplicità, a chi già manifesta il desiderio di ‘un di più’ di comunione e di vita nella fede in Dio, attraverso la Parola e mediante la Parola, sostenuti dalla Congregazione, riconosciuta come nostra Famiglia Carismatica e accompagnati da un Padre che ‘ci sta dentro con il cuore’.

Suscitata in ambito catechistico, la Fraternità si è allargata ed arricchita da aderenti che, in diversi stati di vita, ne ‘condividono l’identità, la finalità, la missione e i mezzi…’.

Il 6 dicembre 2013 il Consiglio Generale della Congregazione ha emesso il riconoscimento dello Statuto o Regola di Vita della Fraternità ritenendola conforme al carisma suscitato dallo Spirito nel Beato Cesare de Bus.


Fraternità della Parola:  

* Torino  (Parr. Gesù Nazareno)
* Ivrea  (To)
* Pontecorvo  (Fr) (Comunità S. Marco)
* Roma (Parr. S. Andrea Apostolo)


Fraternité César de Bus

* Cavaillon  (Francia)
* Ruziba / Bujumbura (Burundi)


Indirizzi:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 773 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Maggio 2017 10:54
Lascia un commento